Viaggio a Shanghai: cosa non perdersi

Viaggio a Shanghai: 6 cosa da non perdersi!

Quanti di voi hanno mai sognato un Viaggio a Shanghai?

Shanghai, situata sulla costa orientale, tra il Nord e il Sud della Cina, è quella che senz’altro possiamo definire come la Città più Occidentale di questo immenso impero asiatico, nonché la sua capitale economica.

Se infatti vi capiterà di arrivare a Shanghai dopo aver visitato Pechino, vi basterà poco per aver la sensazione di essere giunti in un’altra nazione. Questo ovviamente è dato dall’enorme distanza che c’è tra le due città, ma non solo, è dovuto anche alle diverse abitudini ed ai diversi stili di vita della popolazione locale.

Shanghai è una città gigantesca, dove basta veramente poco per perdersi ed allo stesso tempo basta veramente poco per scoprire fantastici angoli nascosti.

Come ben sapete, come per ogni itinerario, anche per organizzare un viaggio a Shanghai dovremo rispettare degli step, in modo tale da non fare un gran casino. Il primo step fontamendamentale sarà capire dove alloggiare e soprattutto come spostarsi tra i altissimi grattacieli.

Viaggio a Shanghai, step 1: dove alloggiare e come muoversi

Se siete alle prese con le prime esperienze di organizzazione, prestate particolare attenzione al dove alloggiare e come muoversi all'interno della città. Questo in quanto una scelta sbagliata potrebbe farvi perdere un sacco di tempo una volta in città.

Per questo motivo credo sia opportuno dedicare un intero articolo al come muoversi.

Una volta capito come muoversi, comunque molto facile grazie all’organizzazione ed alla modernità di Shanghai, sarà utile capire dove è meglio alloggiare. Considerando che la città è molto moderna e non ci sono molte attrattive storico culturali d’interesse, o almeno così la vedo io, credo che trovare un Hotel, o comunque un alloggio, vicino al centro città, sia la scelta più saggia.

In questo caso il centro città sarà considerato il The Bund, un quartiere che rappresenta il centro economico di Shanghai, costruito ad inizio 900 e che è in chiaro stile europeo. Riuscendo a trovare un Hotel in questa zona, potremmo riuscire a ridurre gli spostamenti in metro ai minimi termini, scoprendo la Città camminando a piedi.

Inoltre considero Shanghai un ottimo appoggio per visitare, in giornata, due vicine località: Suzhou e Hangzhou, il centro sarà quindi comodo per raggiungere le stazioni ferroviarie che ci porteranno in queste due fantastiche località.

Viaggio a Shanghai, step 2: capire cosa vedere

Veniamo finalmente alla parte più interessante dell'organizzazione: capire cosa vedere. In questa prima parte vi darò una lieve infarinatura, vi indicherò giusto 6 motivi validi per i quali Shanghai vale la pena una visita.

Qibao.

L’antica città, letteralmente “Sette Tesori”. La troverete un po’ fuori rispetto al centro e forse anche parecchio turistica, ma ne varrà sicuramente la pena;

Nanjing Road.

La via più caotica di Shanghai, via dello shopping e delle “ragazze facili”. Non fatevi ingannare, se vi abbordano non è perché siete belli, sono interessate ad altro;

The Bund.

Come detto prima, un quartiere in Stile Europeo, che accumula fascino al calar della notte. Fantastica è anche la sua passeggiata a fianco del fiume, con vista sul quartiere economico;

Yuyuan, tra Giardino e Mercato.

Un fantastico complesso in classico stile cinese, dove potrete veramente trovare tutto. In questa zona è anche molto diffusa la Cerimonia del Tè, una volta concessa solo all’Imperatore. Il suo costo non è di certo economico, ma almeno una volta nella vita è da provare (attenti comunque a non farvi imbrogliare);

Shanghai Vecchia.

L’atmosfera del secolo scorso. Non c’è nulla di artisticamente rilevante, ma il solo camminare vi farà veramente capire com’era Shanghai prima che diventasse una potenza economica;

La Pearl Tower ed i Grattacieli.

Simbolo di quello che rappresenta oggi questa città. Un drink con vista è sicuramente da non perdere.

Come potete vedere, quelli che ritengo i must see non sono molti. Tranquilli, un motivo c'è e questo motivo ve lo spiegherò nello step 3.

Viaggio a Shanghai, step 3: creare un itinerario

Anche in questo caso, come per la parte come muoversi, ritengo opportuno creare un articolo ad hoc, non vorrei infatti tediarvi con troppe righe. Eccolo:

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *