Cosa vedere a Bangkok: Palazzo Reale

Cosa vedere a Bangkok: itinerario giorno per giorno

Ci siamo, siete atterrati in Thailandia ed ora non vi resta che cominciare la vostra avventura; ed ecco la prima domanda: cosa vedere a Bangkok? Cosa fare? Che posti visitare? Ma niente paura, siete nel posto giusto.

Come accennato nell’articolo principale (link), seppur Bangkok sia assolutamente da vedere, credo che 2 /3  giorni siano più che sufficienti (a meno che il vostro viaggio non duri veramente molto). Così facendo potremo evitare di togliere tempo prezioso da dedicare al altre zone ed altre località.

Da aggiungere a questi 2/3 giorni potremmo considerarne un terzo / quarto, per una possibile gita fuori di un giorno.  Cosa che approfondiremo in seguito.

Consiglio, nella pianificazione dell’itinerario, di considerare la distanza dall’Aeroporto al centro città, in quanto saranno comunque necessarie, dall’atterraggio, altre 2 ore. Non ovviamente di spostamento effettivo, ma tra ritiro bagagli, SIM CARD (se ne farete una all’arrivo).

Ma ora veniamo noi.

Cosa vedere a Bangkok: itinerario giorno per giorno

Giorno 1

Il Grande Palazzo Reale e dintorni

Braghe lunghe, sia per uomini che per donne, niente canotte e molto, molto rispetto. Equipaggiatevi in questo modo, oltre a tutto l’altro necessario, per recarvi al Grande Palazzo Reale, simbolo della Thailandia e di Bangkok. Se vi state chiedendo perché, beh la risposta è molto semplice, tutto ciò che riguarda questi fantastici monumenti rientra nella sacralità della religione thailandese e come, tale, deve essere rispettata.

Buona parte dei monumenti di Bangkok si trova in questa zona, prestando quindi particolare attenzione ed essendo abbastanza agili, nell’arco di una giornata riusciremo a goderci la storia e la cultura in una maniera indimenticabile.

I luoghi che mi sento di consigliarvi sono il Wat Saket, un tempio buddista irto su una collina artificiale, conosciuta anche come “Monte Dorato”.

Proseguendo troveremo il Wat Ratchanaddaram, il “Castello di Metallo”, nome dovuto alle sue torri metalliche, che lo rendono davvero unico.

Visitati questi due primi templi, affidatevi alla sapiente guida di un tuk tuk e fatevi portare sino al Wat Phra Kaew, un altro tempo buddista all’interno della stazione della polizia del Grande Palazzo Reale.

Se siete giunti sino a qua, beh il passo per entrare nel Grande Palazzo Reale è veramente breve. Armatevi di pazienza, mettetevi in fila, fate il biglietto e cominciate ad ammirare questo fantastico complesso di edifici, costituito da palazzi a sé stanti, giardini, saloni e cortili. Esso è composto da 3 parti: il cortile esterno, il Tempio del Buddha di Smeraldo ed il cortile interno, riservato però solamente al Re ed alla Regina.

Se avrete la fortuna di vedere tutte queste meraviglie, vi accorgerete che anche solo ad essere arrivati sino a qua avrete speso tutto la mattinata, se non di più. Ma tenete duro, tra le cose da vedere a Bangkok il primo giorno c'è ancora un luogo.

Il Wat Pho è l’ultimo tempio che mi sento di consigliarvi in questo prima giornata. Io, purtroppo, avendo avuto poco tempo, pressato da un orario tassativo di un bus per Sukhothai, non sono riuscito a vederlo, eppure dopo aver parlato con alcuni amici, mi hanno confidato che si tratta di un Tempio stupendo. Tra l’altro uno di quelli più importanti, dato che è un Tempio Reale. Anche in questo caso ricordo che l’abbigliamento è veramente importante. Portate rispetto.

Se ancora vi rimangono delle forze, consiglio di attraversare il fiume in barca e recarsi al Wat Arun, da qui potrai ammirare dall’alto il Grande Palazzo Reale ed il Wat Pho.

I templi / monumenti sono veramente molti, si trovano però molto concentrati e vicini, per questo 1 giornata potrà essere più che sufficiente.

Giorno 2

Damnoen Sundak Floating Market
Maeklong Railway Market

Classiche attrazioni turistiche di Bangkok sono sicuramente il mercato galleggiante, ovvero il Damnoen Sundak Floating Market, ed il famoso mercato attraversato da un treno, il Maeklong Railway Market.

Inutile dire che esse siano diventate spaventosamente attività turistiche, quindi da me scartate, tuttavia sono un buon compromesso per passare una giornata piacevole e lontana dagli standard occidentali.

Questi due posti si trovano a circa 2 ore fuori dalla città e ci sono numerosi tour organizzati che vi proporranno di accompagnarvi. Sicuramente anche nell’hotel / ostello dove alloggerete troverete dei dei pacchetti da acquistare.

In alternativa ci sono parecchi minivan che partono dal Victory Monument. Questo è sicuramente il mezzo che consiglio. Appena arrivati non fatevi fregare dalle guide che vendono tour in barca, addentratevi a piedi nel mercato e decidete in loco cosa fare.

Per spostarvi al Maeklong guardatevi in giro, appena fuori dal Floating Market e cercate un passaggio su un taxi o su un tuk tuk concordando il prezzo. Per il ritorno tornate al punto dove siete arrivati e cercate un altro mini van in direziona Bangkok.

Consiglio: partite di mattina presto, l’atmosfera dei mercati si vive soprattutto di mattina, prima di mezzogiorno.

Se invece vorrete vivere l’esperienza di un vero mercato, dirigetevi al Mercato di Chatuchak, in attività dal 1942 ed anche il più grande della Thailandia, con quasi 15.000 bancarelle. Generalmente è aperto dal Mercoledì alla Domenica, dalle 6 di mattina alle 6 di sera. Controllate comunque prima di recarvi.

Giorno 3

Cuscinetto

Il giorno cuscinetto, a Bangokok, è abbastanza normale.

Vi state chiedendo perché? Beh considerate che comunque in qualche modo dovrete arrivarci, che sia in pullman da nord o in aereo dall’Italia ed è sempre molto complesso arrivare ad un orario tale da potersi godere l’intera giornata o, comunque, avere forze fresche per vivere giornate pieni come quelle descritte sopra. Quindi in questo caso vi consiglio vivamente di considerarlo quando pianificherete il vostro viaggio.

Giorno 4

Gita fuori porta

Finalmente una gita fuori porta come si deve. Ma per questo punto dedicherò una parte completa.

Quasi dimenticavo.

Cosa vedere a Bangkok di notte? Cosa si può fare?

Beh la notte a Bangkok è veramente pazza.

Ecco alcune zone che mi sento di consigliarvi
Camminare lungo Khaosan Road,

forse la più incredibile, sfrenata e turistica via di Bangkok. Qui potrete trovare di tutto, ristoranti, cibo di strada (io ho assaggiato uno scorpione), disco, bar,lady boy (se a voi interessa, a me sinceramente non molto –sennò l’avreste sentita la mia ragazza-). È sicuramente una zona in cui andare, rigorosamente quando cala la notte;

Sorseggiare un cocktail in un Rooftop bar,

che sia al Tree Sixty dell’Hilton (dove sono stato io 1 notte), il Vertigo al Banyan Tree o  allo Sky Bar al Lebua at State Tower. Sbizzarritevi cercando quello che più fa al caso vostro;

Cenare nel Quartiere Sukhumvit

in uno dei ristoranti più chic della città oppure provare le bancarelle street food in giro per la città (cosa che CONSIGLIO vivamente);

Passegiare lungo il fiume Chao Praya,

per poter apprezzare la Bangkok by night.

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *