Come muoversi in Thailandia

Come muoversi in Thailandia: mezzi di trasporto a confronto

State organizzando la vostra fantastica avventura in Thailandia, state pianificando le città da vedere, cosa visitare e tutto d’un tratto una domanda vi assale: “Ma come muoversi in Thailandia? Come faccio a spostarmi da una città all’altra? Quale sarà il mezzo più adeguato? Il più economico? Il più rapido? Posso acquistare prima i biglietti?”.

Beh, semplice, basta chiedere, no? In questo articolo scopriremo proprio come spostarsi in Thailandia.

Ovviamente la risposta va ponderata tratta per tratta. In questa pagina mi sembra opportuno analizzare i più comuni mezzi di trasporto in modo da capire a che punto è la Thailandia e quale sia il più affidabile, se mai ce ne fosse uno. E soprattutto capire se sia necessario acquistare i biglietti prima oppure sia sufficiente in loco.

Se invece vi interessa capire come raggiungere una determinata città vi consiglio di andare sull’articolo creato ah hoc, per esempio l’articolo su Chiang Mai e cercare la sezione: Come raggiungerla e come muoversi.

Veniamo a noi.

Come muoversi in Thailandia

Pullman.

Seppur nei miei precedenti viaggi abbia quasi sempre escluso l’opzione pullman, in Thailandia mi sono dovuto affidare a questo mezzo. La rete ferroviaria è infatti molto poco sviluppata e non tutte le città sono collegate in maniera adeguata tra loro.

I pullman thailandesi sono tendenzialmente puliti, comodi ed offrono una buona comodità di viaggio. Ovviamente generalizzare è sempre rischioso, in quanto in molte zone del paese, trovandoci comunque in una nazione povera, sono ancora arretrate e di conseguenza anche i relativi pullman.

Se state organizzando uno spostamento vi consiglio, qualora esso sia lungo e fondamentale per il vostro viaggio, di acquistarlo prima della partenza. Un sito web molto comodo ed efficiente è 12GoAsia. Il problema è che non sempre mostra le reali disponibilità. Qualora acquistaste su 12GoAsia riceverete un voucher da scambiare al momento della partenza alle casse della stazione. Ricordo che ovviamente essendo un’agenzia applica dei ricarichi anche abbastanza elevati rispetto a quelli a che sarebbero i prezzi reali. Ripeto però che così avrete la certezza di avere un posto.

Se invece sceglieste un acquisto in loco vi consiglio di prestare attenzione e valutare periodo, destinazione e tragitto. Potreste non avere nessun tipo di problema, come potreste anche trovarvi senza posto visto che comunque il pullman è un mezzo decisamente molto utilizzato (in quanto costa molto poco).

Treno.

Come accennavo prima la rete ferroviaria non è molto sviluppata e quindi sono poche le città collegate tra loro in maniera abbastanza comoda.

Inoltre la velocità è ben lontana dagli standard europei, cinesi o giapponesi. Anche un viaggio in treno, può rivelarsi decisamente lungo e spossante.

In questo caso vi consiglio di acquistare preventivamente il biglietto solamente nel caso in cui dovrete affrontare un viaggio improrogabile! Come ad esempio il biglietto per il treno notturno Bangkok – Chiang Mai. Il sito che potrete utilizzare per l’acquisto è il medesimo indicato prima: 12GoAsia.

Per altri viaggi acquistateli direttamente in loco. Se vi andrà bene potrete approfittare delle tariffe thailandesi, che per noi europei sono da sogno! Prezzi bassissimi e servizio discreto.

Aereo.

Ovviamente il mezzo più rapido, comodo ed ovviamente costoso. Purtroppo vi accorgerete che in alcuni casi non ne potrete fare a meno, in quanto la lentezza dei treni e dei pullman rischierebbe di farvi perdere un sacco di tempo solamente per gli spostamenti. Se avete quindi un tempo limitato rappresentano la soluzione migliore. Le compagnie sulle quali affidarsi sono AirAsia (una specie di Ryanair, quindi con prezzi bassi e zero servizio) oppure alla compagnia di bandiera ThaiAirways che offre una qualità più alta (di conseguenza anche il costo).

Consiglio comunque di informarsi anche su Skyscanner qualora nel determinato periodo da voi scelto ci siano compagnie ancora più economiche.

Traghetto.

Se doveste voler raggiungere una qualche isola sperduta nel Mar delle Andamane oppure dalle parti di Ko Samui o Ko Phangan noterete che sarete costretti ad affidarvi ad un traghetto. Essendo una nazione le cui coste si snodano per migliaia di chilometri, il sistema dei traghetti è organizzato in maniera abbastanza convincente, seppur a volte ci siano sovraffollamenti (ma niente di pericoloso).

Anche in questo caso potrete acquistare il biglietto direttamente in loco (scelta consigliata) oppure acquistarlo su qualche sito web. Quanto vi posso consigliare io per la parte riguardante Phuket /Krabi / Ko Phi Phi, ecc. ecc. è quella di recarsi sul sito web PhuketFerry.com. In questo modo potrete pre-acquistarlo ed ovviamente studiare gli orari per organizzarvi di conseguenza.

Questi sono sicuramente i mezzi principali che, come in ogni altra nazione, vi permetteranno di muovervi agevolmente. Voglio però affrontare un altro discorso. Una curiosità.

I TUK TUK ed I SONGTHAEW

Dei mezzi molto THAI per muoversi all’interno delle città. Leggi il mio articolo a riguardo.

 

Se non ti interessa

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *