Grande Muraglia Cinese: Sezione di Mutianyu

La Grande Muraglia Cinese: perchè scegliere Mutianyu

La Grande Muraglia Cinese. Chi di coloro che si reca in Cina non sogna di percorrerne un tratto e far perdere la propria vista lungo gli scenari mozzafiato che si possono ammirare lungo la via?

Secondo la mia esperienza, solamente la giornata che spenderemo ammirando questo spettacolo architettonico, ripaga completatamente l'intero viaggio nel lontano Oriente.

Per poter organizzare una giornata sulla Grande Muraglia Cinese, sarà necessario capire che essa è formata principalmente da più sezioni, alcune più accessibili al pubblico e restaurate, altre lasciate intatte, in rovina e più difficili da raggiungere.

La Grande Muraglia Cinese: le Sezioni

Badaling

La sezione più vicina a Pechino, più veloce da raggiungere ma per questi motivi più affollata;

Jiankou

La sezione originale della Grande Muraglia, per questo presenta molte zone crollate ed altre avvolte nella vegetazione. Selvaggia ma vera. Qui sicuramente non soffrirete l'affollamento;

Mutianyu

Meno vicina a Pechino rispetto alla precedente, con una difficoltà media di raggiungimento, per questo sicuramente meno affollata. Sezione comunque restaurata ma fedele all'originale e spettacolare in ogni suo punto;

Da Jingshaling a Shimatai

Una traversata unica, ricca di punti spettacolati, la cui lontananza da Pechino ne complica comunque il raggiungimento. Nonostante ciò, un progettomolto interessante ha portato Shimatai ad essere al centro di uno dei progetti del Governo Cinese per incrementare il turismo.

Di tutte queste parti, che approfondirò con più calma in futuro, la mia scelta è ricaduta su Mutianyu.

Ma andiamo con ordine.

La Grande Muraglia Cinese: perché visitare la sezione di Mutianyu?

La distanza da Pechino.

Se, come anticipato, avete optato per visitare la Grande Muraglia in una giornata, con un'escursione con partenza e ritorno dalla Capitale Cinese, sarà molto importante considerare la distanza. Mutianyu dista circa 73 km a Nord da Pechino e, a seconda del mezzo di trasporto per il quale opteremo, impegheremo circa 2 ore per raggiungerla;

L'architettura.

Il muro è lungo ben 22 km, alto 7/8 mt e largo, lla sommità, 4/5 mt. In una seziona di esso conta ben 23 Torri di Vedetta ogni 100 mt, il che la rende unica nel sua genere. Da aggiungere a queste caratteristiche c'è inoltre da considerare la merlatura ad ambo i lati, che ne aumenta la bellezza ed il fascino;

La storia.

Mutianyu è stata costruita nel lontano VI secolo d.C., è molto più antica di Badaling. Nonostante ciò nel tempo è stata ampliata nel XV secolo e rastaurata nel XVI secolo, sino ad arivare ai giorni nostri;

Il paesaggio.

Montagne a perdita d'occhio, pini, cipressi, una ricca vegetazione e non un'ombra di città o smog. Se siete scappati di Pechino, dove il clima era ben diverso,vi sembrerà di essre approdati in un'oasi felice;

L'affollamento.

Mutianyu, per ora, si è sempre attestata meno affolata di Badaling, più commerciale, facilmente raggiungibile e quindi presa d'assalto dai turisti. Dovresti quindi riuscire ad evitare quel sovraccarico di persone che vi farebbe di certo perdere il fascino della Grande Muraglia Cinese.

 

Quando andare a Mutianyu?

Avendo viaggiato in Cina a Gennaio, ho potuto constatare che in inverno il turismo è decisamete più blando ed anche gli stessi cinesi non viaggiano molto. Seppur quindi le temperature non siano poi così piacevoli, in quanto fa piuttosto freddo, potrete ammirare sezioni di Muraglia quasi completamente da soli e, se avrete la fortuna, vedere il paesaggio circostante completamente innevato, cosa che purtroppo ho perso per 2 / 3 giorni.

In primavera ed in autunno il clima è sicuramente l'ideale, consiglio comunque di evitare le feste nazionali cinesi; la fiumana di gente che porta queste occasioni, anche se siete a Mutianyu, potrebbe rovinare l'atmosfera.

In estate si va invece a fortuna. Da quel che so da alcuni amici che vivono in Cina, in estate la popolazione che si muove rispetto che d'inverno aumenta esponenzialmente, rendendo qualsiasi posto molto affolato e quindi, anche in questo caso, facendo perdere l'atmosfera migliore. A parer mio, in questo caso, va quindi molto a fortuna.

Infine, la domanda che tutti si pongono è: ok, molto bello, ma come arrivo a Mutianyu? Non preoccupatevi, ho un articolo anche per questo.

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *