Cape Point, Beach

Da Cape Town a Cape Point: avventura in scooter

Siete pronti per arrivare a Cape Point in scooter? Immagino che l'idea vi entusiasmi e spaventi allo stesso tempo, ma preoccupatevi! Dopo aver letto questo articolo sarà tutto più semplice.

La Cape Peninsula è una di quelle aree talmente ricche di esperienze, che è sempre difficile individuare a priori cosa valga la pena fare o vedere. Tuttavia, un'idea ce la si può fare tranquillamente.

Se siete arrivati qui senza leggere il mio articolo precedente, "Cape Peninsula: i migliori mezzi di trasporto per arrivare a Cape Point!", prima dategli una lettura rapida. Proseguendo, vi sarà tutto molto più chiaro.

Se invece lo avete già letto, beh allora sapete che per visitare la Cape Peninsula, la mia scelta è ricaduta su uno scooter a noleggio. Lo avete già noleggiato? Allora siamo pronti per partire in direzione Cape Point. Tenetevi forte, perché vi aspetta una giornata unica!

Cape Point in scooter: itinerario da Cape Town!

Diversamente da come sono solito suggerire, in questo caso sconsiglio di utilizzare Google Maps, in quanto il percorso che potrebbe suggerirvi, essendo quello più rapido, potrebbe non essere quello più scenico. O almeno, non utilizzatelo inserendo da subito la destinazione finale, ma inserite le varie tappe intermedie che andrò ad indicarvi.

Partendo da Cape Town, guidate in direzione Sea Point e seguite la strada costiera, lasciando alle vostre spalle le spiagge di Clifton e Camps Bay. Una volta raggiunta questa strada costiera, la M6, seguitela, si inerpicherà passando da Hout Bay.

Raggiunta questa cittadina, comincia lo spettacolo:

Chapman’s Peak Drive

La Chapman’s Peak Drive è, e lo dico senza timore di essere smentito, una delle strade più belle del mondo. Percorrerla in Scooter vi permetterà di avere una visione ampia del fantastico panorama e vi permetterà di fermarvi più facilmente sul ciglio della strada. E so che lo farete, vi fermerete ad ammirare le meravigliose scogliere a picco sull’oceano. Purtroppo, per via della sua fama, questa strada è a pagamento, ma non lasciatevi intimorire, il costo è irrisorio e ne vale decisamente la pena!

Una volta raggiunta Noordhoek Beach, proseguite in direzione di Fish Hoek, da qui arrivare a Simon’s Town è un gioco da ragazzi.

Da Sea Point sino a Simon’s Town, calcolate almeno 2 ore in scooter.

Simon’s Town

Simon’S Town è una graziosa cittadina, il cui centro è caratterizzato da un’architettura coloniale britannica. Fermatevi per fare due passi e godervi questa magnifica atmosfera; passeggiare per il centro vi ruberà 15 minuti al massimo, a meno che non decidiate di allungare la vostra visita per entrare ed approfondire la conoscenza dei vari negozietti sotto i portici.

Primi di proseguire direzione Cape Point, vi consiglio di controllare il vostro serbatoio (qualora steste viaggiando con uno scooter), questo in quanto da Simon’s Town non ci sono più benzinai.

Proseguite lungo la M4 sino a raggiungere il “Cape of Good Hope Table Mountain National Park Entrance” (inserendo questa dicitura su Google Maps vi troverà il punto esatto d’ingresso). Da qui in poi, comincia l’ennesimo spettacolo.

Cape of Good Hope (Capo di Buona Speranza)

Diversamente da ciò che molti credono, il Cape of Good Hope non è un luogo a sé stante dove fotografarsi con un cartello o davanti ad un faro, né tantomeno è un semplice trekking da percorrere. E' molto, molto di più. Il Capo di Buona Speranza è la parte più meridionale del Parco Nazionale della Table Mountain ed una volta varcato l’ingresso, potrete percorrere arbitrariamente numerose strade, alcune delle quali arriveranno al più famoso punto del faro, altre invece che scenderanno verso spiagge deserte, persino in alta stagione. Purtroppo c’è veramente una scarsa informazione e chi si reca in questo punto va, nella maggior parte dei casi, a vedere il punto più meridionale, con annesso cartello e trekking al faro. In realtà vi posso assicurare che, dedicando il giusto tempo e percorrendo tutte le strade del parco, potrete scovare angoli fantastici e solitari, all’interno dei quali godervi con calma il paesaggio.

Qualora voleste comunque effettuare il trekking potrete scegliere se dirigervi verso Cape Point, per arrivare sino al vecchio faro (anche con l’ausilio di una funicolare, la < Flying Dutchman Funicolar >) oppure diregervi verso Maclear Beach, al vero e proprio Capo di Buona Speranza e risalire con un trekking sino al faro.

Consiglio: come avrete potuto comprendere, questo mio itinerario si è svolto in un solo giorno, tuttavia, con le dovute modifiche e con il senno di poi, l’avrei sviluppato su due giorni, soggiornando all’interno del parco per dedicargli un giorno intero e scoprire molti più angoli nascosti. Quindi, se state organizzando il vostro viaggio, pensateci!

Una volta sazi di questo fantastico angolo di paradiso terrestre, risalite in sella al vostro scooter e ripercorrete la stessa strada sino a Simon’s Town, in questo caso però, con destinazione Colonia dei Pinguini.

Boulder’s Beach

In questo caso c’è veramente poco da dire: un’intera colonia di pinguini e sarà possibile osservarli a veramente pochissimi metri di distanza. Anche in questo caso sarà necessario pagare un biglietto d'ingresso ed ancora una volta vi dico che ne vale la pena (o almeno per me ne è valsa, considerando che non avevo mai visto un pinguino dal vivo… )

La visita, all’incirca, vi porterà via un’oretta.

Se tutto è andato secondo i piani siamo veramente agli sgoccioli della giornata e c’è veramente pochissimo tempo prima del tramonto. Riprendete quindi la M4 sino a Muizenberg, per scoprire come delle casette fatiscenti possano diventare una vera e proprio meta turistica.

Muizenberg Beach

Come detto, Muizenberg Beach nient’altro non è che una spiaggia, ritengo però che valga la pena dedicare mezz’oretta a queste fantastiche casette colorate, che rendono questo luogo uno dei simboli indiscussi di Cape Town (assieme a Bo-Kaap). Mezz’ora sarà più che sufficiente.

Ritorno: in scooter da Cape Point a Cape Town!

Ora, per il ritorno, comincia una vera e proprio corsa contro il tempo prima che arrivi il tramonto. Salite in sella al vostro scooter e impostate sul navigatore la Località “Ou Kaapse Weg”. Questo vi permetterà, partendo da Muizenberg Beach, di percorrere un tratto collinare, diverso rispetto alla strada d’andata, davvero fantastico! Questa nuova strada si ricongiungerà con quella percorsa all’andata solamente a Nordhoek, da qui seguite nuovamente sino ad imboccare la Chapman’s Peak Drive.

Probabilmente vi starete chiedendo: “Perché due volte la stessa strada?”. La risposta è semplice: vedere il tramonto percorrendo la Chapman's Peak Drive è una di quelle esperienze impagabili. Prendetevi quindi il giusto tempo per assaporare questo momento e tornare a Cape Town per la serata.

 

Diversamente da altri miei articoli passati ho ritenuto opportuno sviluppare questo approfondimento sotto forma di percorso, in quanto credo che solo così si possano gustare appieno le sfumature e le bellezze di queste tappe lungo la Cape Peninsula.

Se avete comunque domande o dubbi, come sempre sono a disposizione. Potrete mandarmi una mail a ns@nsadventures.com.

 

E qualora voleste tenere lo scooter per due giorni, ecco un secondo itinerario carino e decisamente poco impegnativo:

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *