Cosa vedere a Jeju: Halla-san National Park

Cosa vedere a Jeju: l’Isola Vulcanica Meraviglia del Mondo

Se state cercando una lista di cose da fare e da vedere sull’Isola di Jeju, siete arrivati nel posto giusto! Seppur sia una piccola isola (paragonata alla Sardegna è 24 volte più piccola!), Jeju vanta alcuni dei luoghi più belli al mondo, tutti concentrati. Non per altro è stata eletta come Nuova meraviglia del Mondo Naturale.

In questo articolo cercherò di consigliarvi quanti giorni stare e cose vedere / fare, omettendo ovviamente la vita da spiaggia.

Cosa vedere a Jeju: quanti giorni stare?

Se avete letto il mio precedente articolo “Viaggio a Jeju” saprete che per arrivare sull’isola dovrete per forza di cose prendere l’aereo. Inoltre spostarsi all’interno richiederà del tempo. Per questo dovrete preventivare, viaggio compreso, almeno 3 giorni e 2 notti. Così facendo riuscirete a vedere il minimo indispensabile.

Qualora ne aveste la possibilità, consiglio di passare a Jeju almeno 4 giorni e 3 notti.

Cosa vedere a Jeju: attività e luoghi da non perdersi.

Se avete preventivato di visitare Jeju, spero vi piaccia camminare, perché le cose più belle da fare sono trekking ed hiking! Ovviamente non c’è solo quello, ma in città chiamano “musei” delle esposizioni di dubbio interesse, quindi in questa guida me ne guarderò dal consigliarveli.

Halla-san Hiking

Il Monte Halla-san è il monte più alto della Corea del Sud, ed arriva a solo 1947 mt s.l.m. Insomma, noi Italiani siamo abituati a ben altri paesaggi. Nonostante ciò, il fascino di questo luogo sta nella sua conformità vulcanica.

Ci sono diversi percorsi che portano alla cima, tuttavia mi sento di consigliarvi in Seongpanak Trail. Qui potrete arrivare al magnifico Baengokdam Crater, formatosi da un vulcano dormiente. Il percorso è lungo 9,6 km e sarà percorribile (solo andata) in 4 ore e 30 minuti. Consiglio di svegliarvi di buon mattino, in quanto qualora arrivaste tardi, non vi sarà permesso di raggiungere la vetta.

Altri trail da segnalare sono il Gwaneum-Sa, il Yeongsil, lo Eoseungsaengak, il Donnaeko, l’Eorimok e il Seogul-am Trail. Non avendoli fatti poso solamente riportarli in elenco.

Jeju Olle Trail

Un percorso di 430 km che vi permetterà di circumnavigare l’Isola. Per farlo sarà necessario un mese. Ed ovviamente nessun, o veramente in pochi, hanno il tempo di farlo. Quello che consiglio è ritagliarsi uno / due tappe e viversi l’esperienza in maniera slow.

Non sapete da dove cominciare? Semplice, dall’Olle Trail 1. Una camminata di 15 km, da percorrere in 5 ore circa e che vi porterà sino al Seongsan Ilchul-bong.

Seongsan Ilchul-bong

È chiamato il Sunrise Peak. Da qui, centinaia di turisti, vengono a salutare l’alba del nuovo anno, ogni anno. E solo questo, ha un qualcosa di magico e varrebbe il viaggio.

Il Seongsan Ilchul-bong è un cono formatosi dall’accumularsi di detriti dovuti ad eruzioni idro-vulcaniche. Tali eruzioni non hanno creato solo questa fantastica geometria, ma hanno creato un lembo di terra prima inesistente, collegando questo cratere alla terra ferma.

Potrete arrivare alla vetta del Seongan Ilchul-bong percorrendo un’enorme quantità di scalini, in circa 40 minuti circa. Una volta arrivati, la vista sull’oceano sarà impareggiabile.

Ammirare le Haenyeo

A “valle” del cratere del Seonsan Ilchul-bong, lambite delle onde dell’Oceano, potrete ammirare delle fantastiche spiagge di sabbia nera. Cercando con più attenzione, qui troverete le Haenyeo, donne-sub che per centinaia di anni hanno pescato a mani nude nelle acque vicine. Si trappa ormai di donne sopra i 50 anni, molte oltre gli 80, ma che tutt’ora, per appagare la fame di turisti e viaggiatori, si immergono. Immersioni spettacolo, che rievocano i tempi che furono, per rendere immortale una parte di storia prossima all’oblio.

Ammiratele in silenzio, quando sotto il sole, sotto la pioggia e con il più terribile dei venti, si calano in queste acque nere.

E se in seguito vi andrà di sedervi e mangiare qualcosa, qui troverete sicuramente del pesce super fresco.

Cascate Cheonjiyeon e Jeonbang

Se vi trovate a Seogwipo, un’idea carina potrebbe essere visitare la cascate della città, alle quali potrete arrivare con delle passeggiate in città.

Lo sapevate che le Jeonbang Waterfall cadono direttamente nell’Oceano? Sono le uniche in Corea!

Maeil Olle Market

Sempre a Seogwipo, si trova questo fantastico mercato coperto. Piccoli negozi di alimentari, ristoranti, cibo di strada, pescherie molto particolari con annessi ristoranti e chi più ne ha più ne metta. Finita la giornata, venite qua a degustate le prelibatezze del posto.

 

Queste sono le esperienze che mi sento di consigliarvi, qualora il vostro viaggio durasse 2 / 3 giorni. Se tuttavia vi innamoraste di Jeju e vorreste restare altro tempo, vi consiglio di addentrarvi nell’entroterra e scoprire le piantagioni di Tè verde. Oppure in alternativa assaporare il dolce profumo dei mandarini di Jeju.

In un’isola così piccola, c’è molto da fare. A voi la spiacevole scoperta.

 

 

 

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *