Kruger National Park Guida pratica Safari

Kruger National Park: guida pratica!

Ci siamo, avete deciso che la vostra meta per il Safari sarà il Kruger National Park. Che dire, ottima scelta, ed ora? Ora bisogna organizzarlo questo safari! Eccovi quindi una guida pratica step by step per il Kruger National Park!

Vediamo quindi come poter procedere.

Prenotate per tempo!

Il Kruger National Park, superfluo dirlo, è uno dei parchi maggiormente visitati di tutto il Sudafrica. È quindi abbastanza normale che alloggi, attività ed automobili vadano a ruba. I campi principali, soprattutto nella parte meridionale, sarebbe buona prassi prenotarli con largo anticipo (in taluni casi parliamo addirittura di 4 / 5 mesi di anticipo). Questo ovviamente per trovare ciò che volete, più aspettate, più dovrete adeguarvi a ciò che è rimasto.

Ricordate che in Sudafrica l’estate va da dicembre a marzo, il contrario nostro; il periodo di picco va quindi da fine dicembre ad inizio gennaio.

Come arrivare al Kruger National Park

Arrivare al Kruger è davvero semplice, avremo quindi a disposizione vari mezzi:

Automobile a noleggio

Uno dei comandamenti del Kruger è “Girami da solo con la tua auto”. Seppur non sia ufficiale e l’abbia inventato io su due piedi, ritengo che tanto sbagliato non sia. Al Kruger hai la possibilità di prendere l’auto e girare quasi “come ti pare e piace”; perché non sfruttare questa possibilità? Inoltre il sistema stradale è tenuto molto bene e con un buon GPS sarà impossibile perdersi.

Avrai più possibilità:

  • Arrivare da Johannesburg e noleggiare quindi l’automobile in aeroporto (scelta consigliata – più economica). In questo caso ricordo che gli ingressi al Parco sono pochi e prestabiliti: a sud abbiamo gli ingressi Melalane e Crocodile, a circa 500 km da Johannesburg (5 ore); troviamo poi gli ingressi Open e Phalaborwa (550 km cica, 6 ore), più a nord il Punda Maria Gate e Pafuri Gate (600 km, 7 ore);
  • Noleggiare l’auto in uno dei Camp, ad esempio allo Skukuza. In questo caso i costi saranno maggiori;
  • Abbiamo aereo + auto (per quanto riguarda gli aeroporti vedere dopo).

Ricordo che i Gate hanno degli orari predefiniti d’ingresso, qui trovate i dati dettagliati.

Aereo

Come detto, gli aeroporti più vicini sono a Johannesburg (500 km circa), oppure abbiamo aeroporti più piccoli come lo SkukuzaAirport, lo Mpumalanga Kruger National Park, l’Eastgate Airport o al Kruger Park Gateway Airport. Valutate in base a dove soggiornerete.

All’aereo abbinerei in ogni caso l’auto a noleggio. Diversamente potrete organizzarvi con i Lodge / Camp dove alloggerete per provvedere al trasporto ed, in questo caso, partecipate solo a Safari con Ranger organizzati appunto dal posto dove alloggerete.

Baz Bus

Baz Bus non molla e propone anche tour del Kruger National Park. Idea carina, ma personalmente non la considererei molto. Sul loro sito internet trovate maggiori info.

Treno

I treni super lussuosi del Sudafrica offrono anche questa esperienza. Dubito fortemente che chi legge il mio Blog sia interessato a questo tipo di esperienza (anche perché i costi sono alle stelle). Vedasi Rovos e Blue Train.

Dove alloggiare.

Come detto, considerata la grandezza del Parco, i posti dove alloggiare sono veramente numerosi. La scelta della zona dipende ovviamente da preferenze del tutto personali, io ad esempio ho escluso la parte meridionale, in quanto solitamente troppo affollata e ho passato 3 giorni in 3 Camp diversi, in 3 aree diverse.

La scelta però più complessa è tra i vari alloggi e campi. All’interno del Kruger troviamo infatti:

Luxury Lodges

Lussuose sistemazioni a 5 stelle. Spettacolari, nulla da dire. Le aree di questi Logde nella maggior parte dei casi sono concessioni private, che quindi non potreste vedere guidando da soli ed i Game (le uscite in Jeep) saranno per poche persone ed eseguite da Ranger molto esperti. Inutile dire che i costi siano veramente molto, molto elevati. Per citarne alcuni: Sabi Sands Game Reserve, Lion Sands Game Reserve (con tanto di casa sull’albero in mezzo alla savana)… e mi fermo qui.

Main Camps

Come si intuisce dal nome, sono i campi principali. Vantano ogni tipo di "comodità" e servizio: dal ristorante, alla pompa di benzina, molti hanno piscine, mini-supermercati, ed un numero enorme di alloggi. Alcuni nomi: Skukuza Rest Camp, Satara Rest Camp, Olifants Rest Camp, ecc.

Satellite Camps

Campi “satellite”, più intimi e più piccoli, collegati e nelle vicinanze dei Main Camps.

Bushveld Camps

Remoti ed immersi nel veld più selvaggio. Non ci sono né negozi né ristoranti, dovrete essere equipaggiati per arrangiarvi completamente. Un’esperienza nel Kruger più estremo.

Overnight Hides

Dei veri e proprio B&B nel bel mezzo del bush, per essere a più stretto contatto con la natura.

Bush Lodges

Niente reception, niente ristoranti, ma solo lussuose sistemazioni nel mezzo della natura, dove potrete godere di un’intimità incredibile.

Camp Sites

Esperienza rustica in tenda? Perché non provare anche questa emozione…

Ovviamente ognuna di queste categorie, vanta più strutture. Sul sito web SANParks troverete tutti i dettagli.

Ma quale scegliere?

Personalmente ho scelto di soggiornare in un Main Camp, in quanto non avevo disponibilità economiche per i Luxury Lodges (ovviamente) e non ero nemmeno attrezzato per poter starmene da solo nel Bush, cucinarmi o allestire una tenda. Approfondendo la questione: ogni notte ho cambiato Camp, ed ho provato i tre indicati sopra. Ognuno di essi stupendo a modo proprio; se però dovessi sbilanciarmi, quello che mi ha colpito maggiormente è stato l’Olifants Rest Camp.

Quanto costa il Kruger National Park?

Purtroppo arriviamo alle note dolenti. Un Safari all’interno del Kruger National Park non è di certo economico e non lo sarà nemmeno se soggiornate nei Campi Principali, che sono tra l’altro le strutture più economiche.

Oltre infatti ai costi delle strutture, che trovate a questo link selezionando il campo di interesse, il periodo e la struttura che vorrete prenotare, dovrete aggiungere le attività extra, che andranno prenotate a parte. Anche in questo caso vi consiglio di prenotare le attività con largo anticipo e non aspettare assolutamente di prenotarle durante il soggiorno. Potete trovare una lista delle attività sempre al link indicato sopra, selezionando il campo di interesse.

E non è ancora finita, oltre a questi costi, dovrete aggiungere un costo giornaliero che corrisponde alla Tassa di Conservazione.

Nel 2019 era di 280 RAND giornalieri a persona, nel 2020 di 400 RAND giornalieri a persona. Tenete quindi monitorati i prezzi direttamente sul sito web ufficiale.

Come organizzare i Safari.

Come accennato prima, una delle esperienze migliori del Kruger National Park è guidare da soli la propria auto, tuttavia, a meno che non siate esperti di Safari, abbiate occhi da aquila, e la vostra pazienza non sia biblica, beh vi consiglierei di prendere parte anche alle uscite organizzate dai vari campi. Il consiglio migliore che possa darvi è quindi senz'ombra di dubbio mixare entrambe le esperienze.

Sul Sito Web Ufficiale del Kruger National Park viene proposto un numero veramente infinito di attività, avrete l’imbarazzo della scelta! Da pacchetti di più giorni, momenti relax, esperienze romantiche di coppia, trekking di più giorni. Insomma, delle scelte veramente incredibili. E di questo io ho veramente ben poco di cui parlarvi.

Se invece soggiornerete nei Luxory Lodges, anche in questo caso i Safari saranno organizzati nei minimi dettagli, sarà quindi sufficiente pagare, sedersi comodi sulla Jeep con i Rangers e partire all’avventura. Ogni Lodge ovviamente avrà le proprie attività, da approfondire quindi in base a dove alloggerete.

Volevo però spendere due parole in merito alle attività organizzate dai Main Camps e al Safari FAI-DA-TE.

Quindi, oltre a questa guida pratica per un safari al Kruger National Park, eccovi un altro articolo che può tornarvi utile!

Nicolo Sorsoli

Una passione: quella dei viaggi zaino in spalla. Uno dei cosiddetti backpackers, sempre alla ricerca di nuove mete e nuove storie da raccontare, con la speranza di poter trasmettere ciò che vivo a tutte le persone che leggeranno quanto scrivo.

Vedi tutte le storie

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *